I migliori locali per una festa di 18 anni al Vomero

Il Vomero è uno dei quartieri più ricchi di locali per diciottesimi. E questa è una cosa che complica la già difficile scelta un locale per festeggiare i propri 18 anni: Napoli regala un ventaglio d’offerte immenso, con soluzioni capaci di soddisfare qualsiasi gusto, ma spesso anche confusionarie nelle loro promesse.

Se hai deciso di festeggiare il tuo diciottesimo al Vomero, con questo articolo cercherò di darti il consiglio giusto, con i migliori locali basati sulle mie esperienze lavorative.

Non ho alcun rapporto con i proprietari e queste recensioni sono scritte sulla base delle mie impressioni maturate in oltre 400 feste fotografate in città. Scopri qui la mia offerta come fotografo.

Solitamente il quartiere è il privilegiato dagli studenti del Liceo Sannazaro, Mazzini, Pansini, Alberti e Galilei. Si tratta anche di una scelta strategica, in quanto è ben collegato con i mezzi pubblici (sono presenti due funicolari, Chiaia e Toledo, oltre alla fermata Vanvitelli della Linea 1).

Prima di scegliere il locale, però, non perdere tempo: prenota il fotografo, prima che sia occupata la tua data!

Se cerchi i miei locali preferiti di tutta Napoli, ne ho parlato qui.

Terra degli Aranci

Immenso, versatile, bellissimo. Si tratta di un’area davvero gigantesca, idonea per feste con un numero grande di invitati, mentre magari per meno di 100 invitati può risultare addirittura dispersivo. Ho realizzato feste anche con 30 persone in questo locale, dove di solito viene destinata la parte inferiore. Il meglio lo si ha durante i mesi caldi o tiepidi, in quanto è possibile godere del giardino, che è il pezzo forte del locale ed il punto in cui si svolge la prima fase della serata, quella dell’aperitivo (per altro sempre abbondante e accompagnato da stuzzichini).

Il buffet è abbondante e di qualità, viene addirittura dedicata una stanza solo al cibo. Di solito si balla al chiuso, in una stanza di medie dimensioni: di solito, nelle feste con molti invitati, non tutti ballano. Se avete in mente una festa molto movimentata e con una bella calca, non è questo l’ambiente giusto. Per tutto il resto è davvero eccellente.

Dotato di posto auto, il che non è affatto un male, se parliamo di Vomero.
https://www.laterradegliaranci.it/

Renzo e Lucia

Una garanzia a San Martino. Un tempo era fra i locali più amati del Sannazaro, ma ancora adesso mantiene un’ottima nomea soprattutto per le lauree. L’ambiente è molto minimal, tendente al bianco, ma c’è una larga disponibilità per una personalizzazione con decorazioni.

Gli spazi interni sono ottimi per massimo 100 persone, oltre questo numero la festa sarebbe solo caotica. Durante i mesi estivi, con l’apertura degli spazi esterni, la situazione è diversa: i giardini, che si sviluppano su due livelli, permettono un diverso svolgimento della festa.

Il buffet è sempre buono, i ragazzi apprezzano anche il vino.
https://it-it.facebook.com/renzoelucianapoli/

Archivio Storico

Per la festa con un’atmosfera completamente fuori dagli schemi. I locali, tutti decorati con eleganza e uno stile molto singolare, ricordano i tempi dell’antica monarchia napoletana. Ogni sala è infatti dedicata ad un re Borbone. L’atmosfera è senz’altro più adulta e infatti qui ho fotografato diverse sedute di laurea, ma non è estraneo nemmeno ai diciottesimi.

Il buffet è molto comincia con piccoli stuzzichini da affiancare al vino, che è la specialità della casa, poi si passa a una selezione di alcuni pasti da associare all’immancabile vino o, in caso di feste più particolare, agli ottimi cocktail.

Gli ambienti, dato che si dividono in piccole stanze, tendono naturalmente ad isolare gli invitati, che si organizzeranno in piccoli gruppi. Non è necessariamente un male, ma ovviamente è un fattore da valutare nella creazione e pianificazione della propria festa.
https://it-it.facebook.com/archiviostoriconapoli/

Miami

Piccolo, ma sempre efficace. Il Miami è una garanzia, conosciuto da anni al Vomero.

Il locale è di dimensioni piuttosto piccole e sicuramente è l’ideale per feste al di sotto degli 80 invitati, in quanto c’è un unico ambiente che accoglie tutti. Il buffet è sempre lo stesso: rustici da festa, con danubio, panini, pizzette e simili e poi un piatto di pasta al pomodoro o alla siciliana. Nulla di trascendentale, ma sempre buono. Gli adulti si accomodano di solito in una sala a parte, separata dai ragazzi, mentre gli invitati si dividono fra una sala interna in cui si balla e un piccolo privè.
Il locale si trova sulla sommità di Via Morghen, quindi per l’automobile è difficile trovare parcheggio. Con il motorino, invece, è praticissimo.

Non presentando spazi esterni, il locale è ideale per ogni stagione. Viene da sé che nei mesi invernali è più frequentato, in quanto tutti i locali che puntano fortemente sugli spazi aperti non sono consigliati.
http://www.miamibarroom.it/home.php

Il Fico

Un Highlander dei locali per feste napoletani. Conosciutissimo e sempre presente nelle generazioni dei festeggiati di Sannazaro, Mazzini e Pansini, Il Fico è un locale molto equilibrato.

Lo spazio a disposizione si divide fra un terrazzino all’aperto, dove d’estate si svolge la maggior parte della festa, e una zona interna, dove c’è una stanza per la famiglia, con i tavolini, e una zona di ballo e di drink. Il buffet è vario, ma non delude. Spesso si basa su mozzarelline e insaccati.

Le luci sono sempre molto piacevoli (anche se mentre si balla non sono sufficienti per avere effetti colorati alle spalle), l’atmosfera è ottima perché la festa si sviluppa in ambienti ben collegati fra loro.

D’inverno, venendo meno la parte esterna, rimane ottimo anche per 80-100 invitati.
https://www.discotecailfico.it/

Hai già trovato il tuo locale? Prenota anche il fotografo!

Portopalos

Ha l’anima della discoteca e si vede bene. Il locale si divide in varie stanze, comunicanti fra loro attraverso piccoli corridoi. Ce n’è una centrale in cui si balla, mentre le altre sono.

Come detto in precedenza, queste soluzioni fanno frammentare la festa, quindi gli invitati tenderanno a dividersi fra loro. Occhio, quindi, se nella lista della festa ci sono tanti gruppi di persone che non si conoscono fra loro.

Il buffet è ottimo e ampio, così come sono ottimi anche i drink che vengono offerti. Le luci sono intriganti, tutte tendenti ai colori freddi, che non creano particolari effetti colorati attorno alle persone che ballano. Consiglierei il locale per una festa di 100-120 persone, ma gli spazi ne possono contenere anche di più.

Attenzione ai posti auto e moto: si trova poco dopo il Miami e, come tutti i locali a San Martino, soffre di una grossa assenza di parcheggi.
https://www.portopalos.it/

D’Angelo

Atmosfera di gala, soddisfazione assicurata.

D’Angelo è un locale che di feste se ne intende. E parliamo di feste di altissimo livello, essendo il ristorante storico della SSC Napoli. Sorprende infatti la professionalità e la rapidità dei camerieri nel rifornire tutti i tavoli con rapidità e puntualità. E sono leggendarie le portate, tutte buonissime. Sono poi disponibili sia le soluzioni con menù al tavolo, come un vero ristorante, oppure con il classico e abbondantissimo buffet (con molti piatti di mare). Ho anche fatto una festa con servizio al tavolo più buffet, ma vi assicuro che, dopo l’apertura del buffet, molto cibo è stato lasciato lì perché erano quasi tutti con la pancia piena.

Durante i mesi caldi c’è la possibilità di festeggiare in terrazza o in giardino, con un panorama mozzafiato degno della collina del Vomero. D’inverno poco male: gli interni sono abbastanza ampi e si adattano per feste piccole (anche con 30 persone), in cui viene destinata una piccola porzione del ristorante, e feste grandi (con 100-150 persone), in cui si dedica l’intera struttura.

L’atmosfera è ovviamente per una festa più impegnativa e meno “sciolta” e giovanile. Il successo, però, è assicurato.

Attenzione al parcheggio: è piccolissimo ed è solo per il festeggiato e i familiari. Per gli invitati, Aniello Falcone è un luogo pessimo in cui portare l’automobile. Anche il motorino non è facile da parcheggiare nei pressi.
https://www.dangelosantacaterina.com/

Le Arcate

Il “vicino di casa” di Villa D’Angelo: si trova esattamente sotto il locale citato prima, in una traversa privata che regala anche il parcheggio agli invitati. Il locale è bellissimo, con una terrazza immensa e spazi piani e larghi, ottimi per una festa con molti invitati.

L’atmosfera, anche con il suo arredamento classico e in legno, è da festa importante e infatti qui ho lavorato prevalentemente per lauree, convegni e un matrimonio. I diciottesimi, però, hanno un’aria completamente diversa.

Come tutti i locali panoramici del Vomero, il meglio lo si ha d’estate, primavera e d’autunno, quando la stagione è mite. Con la terrazza spalancata e la cena all’esterno, l’evento è indimenticabile. I locali all’interno si dividono invece su tre terrazze, che inevitabilmente spezzano la distribuzione degli invitati. Questo, però, non penalizza la serata, che di solito si concentra su livelli diversi: quando è inverno nel piano superiore c’è il buffet, che è sempre ricchissimo e speciale. Poi, a seguire, c’è la festa e il ballo al secondo piano.

Nei mesi estivi si svolge la serata in terrazza, quindi cambiano tutte le carte in tavola.
http://www.learcate.it/

Villa Hertha

Un angolo di paradiso e si capisce bene sin dall’ingresso, a Via Luigia Sanfelice. Questa, come tante altre, era una delle villette di inizio ‘900 che caratterizzavano la collina del Vomero.

Il locale nasce palesemente per matrimoni, ma mi è capitato più di una volta di fotografare alcune feste di 18 anni, una addirittura fatta a pranzo.

Il locale è elegantissimo, la terrazza a picco sul mare è favolosa, il buffet è degno della location. La villa si presta ovviamente per serate nei mesi caldi, sono presenti anche spazi interni, ma sarebbe folle rinunciare ad un pranzo all’aperto, con il panorama.
Un centinaio di invitati è il numero perfetto, magari anche meno.
https://it-it.facebook.com/pages/Villa-Hertha/158281114191313

I baretti di Via Aniello Falcone

Sono tantissimi e sarebbe difficile elencarli tutti. La scelta dei baretti di Aniello Falcone, su tutti il Baik o il Marble, dove ho lavorato, può essere una soluzione strategica ed economica per una festa di pochi invitati.

Sono due le principali vittime di questa soluzione: da un lato il buffet, che solitamente è “da baretto”, con rustici da festa, e dall’altro lo svolgimento della festa in sé, che diventa una serata fra amici, in cui si balla con qualche drink.

Il caos di Aniello Falcone raggiunge il delirio di sabato sera, quando diventa anche difficile muoversi (o è facile trovare imbucati alla festa), idem per i problemi di parcheggio in zona, classici del Vomero.

D’altro canto, per una serata con una trentina di persone o poco più, la soluzione potrebbe essere molto interessante per non fare una serata impegnativa, come quella in un locale, e non spendere troppo.

E adesso che hai scoperto i locali del Vomero, chiama un fotografo che di esperienza ne ha moltissima: scrivimi su whatsapp!